Stiamo in contatto

Ciao, che stai cercando?

Attualità

Esami a distanza ed esami in presenza: cosa non state vivendo a causa del corona virus.

In una situazione così assurda, che mai avremmo pensato di vivere sulla nostra pelle, c’è qualcuno di voi che non ha idea di cosa sia vivere veramente l’Università, quindi ve lo spieghiamo noi.

Ebbene sì, cari ragazzi, abbiamo appena finito la sessione invernale. La sessione invernale durante una pandemia. La sessione invernale, online, durante una pandemia. La sessione invernale, online, durante una pandemia, preceduta da una didattica a distanza che sembra essere durata anni. 

Per voi sono stati i primi esami universitari, le lezioni passate saranno state le prime del vostro percorso universitario, e purtroppo non avete potuto vivere a pieno ciò che realmente è l’università. 

Non avete avuto l’opportunità di fare colazione al bar di ingegneria, la pausa a lezione sulle scale dell’edificio 19, la fila interminabile in segreteria e le pause al parchetto. Non avete potuto cercare disperatamente un posto libero dove poter parcheggiare, non avete potuto studiare in biblioteca, non avete avuto dubbi su dove si trovasse l’aula dove avreste fatto lezione, non avete preso la navetta per l’edificio al quale eravate diretti perché “è troppo lontano”. 

Pubblicita’. Scendi per continuare a leggere

Sicuramente fare un esame a distanza non è come farlo in presenza, sarete stati sicuramente più tranquilli nella vostra camera o nel vostro soggiorno, piuttosto che in una stanza, un corridoio, in mezzo a decine e decine di persone più in ansia di voi, intente a fare un ripasso folle dell’ultimo minuto e che probabilmente non farebbero altro che mettervi ancora più ansia. A casa sarete sicuramente stati con i pantaloni della tuta (ma vi concediamo anche il pigiama, dai), non sarete scesi di casa tre ore prima dell’esame per arrivare in orario. 

Nonostante questo, nonostante tutte le comodità dell’esame sostenuto da casa, niente è paragonabile a un esame svolto in presenza, a scambiarsi uno sguardo complice, d’intesa, con un collega che forse non si è mai visto prima, a premiarsi per un bel voto con un cornetto strapieno del bar di architettura, a sfogarsi per un voto negativo con una passeggiata lungo il bellissimo viale delle scienze, in una giornata di sole (e sperate di non trovarvici mai durante una giornata di pioggia, in questi casi il viale più bello del mondo si trasforma nel viale più lungo al mondo). 

Niente è paragonabile alle lezioni in presenza, al professore che non sa accendere il microfono e l’altro che non riesce a proiettare le slide, al sedersi sulle scale in aula perché non ci sono più posti, alla pausa pranzo in mensa perché c’è lezione alle 15. Niente è paragonabile allo splendido tramonto che si può vedere quando usciamo troppo tardi da lezione.

Pubblicita’. Scendi per continuare a leggere

L’università è uno spettacolo che siete stati costretti a vedere da casa, lo spettacolo più bello della vostra vita. L’università è l’opportunità della nostra vita per dimostrare quanto valiamo, quanto meritiamo di studiare, quanto amiamo ciò che facciamo e quanto amiamo il futuro che stiamo cercando di costruirci. 

E anche se ci lamentiamo degli esami, delle migliaia di pagine da studiare, dei professori che non rispondo alle mail, della segreteria che ci lascia abbandonati a noi stessi, ci lamentiamo quasi di tutto e fare una lista sarebbe comunque riduttivo, questo resterà comunque il percorso più bello che avremo mai intrapreso, che sia online o in presenza. 

Con l’augurio di poterci presto incontrare nei corridoi di un edificio, al bar, al parchetto, buona fortuna matricole!

Pubblicita’. Scendi per continuare a leggere
Scritto da

Secondo anno di Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni, una degli autori di Unypa.

In tendenza

Copyright © 2021 - Unypa.it
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo attraverso la nostra pagina contatti.