Stiamo in contatto

Ciao, che stai cercando?

Attualità

Erasmus online: una soluzione o un ostacolo?

Come ormai tutti sappiamo, a causa della pandemia da Covid-19, siamo stati costretti a rendere le nostre attività, siano esse lo studio o gli Erasmus, a delle semplici azioni svolte da remoto che spesso ci annoiano e non catturano la nostra attenzione. Abbiamo affrontato le lezioni online, ma gli Erasmus?

A causa della pandemia noi studenti universitari siamo stati costretti, purtroppo, a fermare tutte le nostre attività in presenza: dalle lezioni e gli esami agli Erasmus. 

Le lezioni e gli esami sono stati tempestivamente (e fortunatamente) sostituiti dalla didattica a distanza, che non è stata però apprezzata dalla totalità studenti, che trovano moltissimi aspetti negativi in questo tipo di didattica. Nonostante i piccoli “inconvenienti” che la didattica a distanza ha portato, abbiamo avuto la fortuna di continuare i nostri studi grazie ad una rapida organizzazione che ha sicuramente stravolto il normale sistema universitario, apportando molti benefici alla nostra carriera senza che vi fossero troppi intoppi. 

Ciò che invece è purtroppo insostituibile, sono gli Erasmus. 

Pubblicita’. Scendi per continuare a leggere

Gli Erasmus infatti sono da sempre un modo per conoscere il mondo, scoprire nuove culture, nuovi usi e costumi avendo l’opportunità di proseguire i propri studi e sostenere gli esami in una qualsiasi Università europea e quindi di imparare una nuova lingua o di migliorare le proprie conoscenze in una già appresa in passato. 

Ovviamente l’Erasmus rappresenta una grande opportunità per la carriera universitaria degli studenti, che possono interfacciarsi ad una realtà diversa dalla propria per periodi anche abbastanza lunghi, a seconda del percorso che si sceglie. 

Purtroppo, a causa della pandemia, non è più possibile svolgere gli Erasmus, e quindi spostarsi dal proprio Paese verso un altro, per fare un’esperienza unica e sicuramente ineguagliabile da ogni punto di vista. 

Pubblicita’. Scendi per continuare a leggere

Attraverso un questionario al quale hanno risposto studenti provenienti da ogni parte dell’Italia, abbiamo potuto osservare che una grandissima percentuale di noi (il 95% circa) avrebbe voluto partecipare ad un progetto Erasmus quest’anno. 

Sicuramente la delusione degli studenti nel non poter realizzare questo sogno, nel non poter partire per un Erasmus, è stata davvero grande, a tal punto che le Università, per ovviare al problema degli spostamenti, si sono adoperate per offrire questo servizio in modalità telematica. 

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 4C570FDE-8CAE-4D9F-A0B5-55F0EED7F8D5.jpeg

Anche in questo caso, attraverso la nostra ricerca, abbiamo osservato che nonostante la voglia di prendere parte ad un progetto Erasmus, solo il 17% circa degli studenti che hanno avuto offerta questa opportunità dalla propria Università parteciperanno effettivamente al progetto. 

Circa il 28% degli studenti ha inoltre dichiarato che la propria Università non ha organizzato questo tipo di Erasmus e che dunque, pur volendo, non gli è stato possibile prendere parte a questo progetto. 

Pubblicita’. Scendi per continuare a leggere

Moltissimi dei partecipanti hanno fornito anche le motivazioni che li hanno portati a scegliere di di non prendere parte all’Erasmus quest’anno, che si racchiudono in un unico pensiero più o meno condiviso: un Erasmus in presenza può offrire opportunità che un Erasmus online invece non offre. Infatti, non si ha più la possibilità di vivere sulla propria pelle una realtà ed una cultura diversa, non ci si può interfacciare a persone e tradizioni nuove e sopratutto non si ha l’occasione di vivere il luogo, come si potrebbe fare invece trasferendosi in un paese straniero per un lungo periodo di tempo. 

Molti affermano anche che l’Erasmus non nasce solo per apprendere una lingua e conseguire esami, ma sopratutto è finalizzato ad un arricchimento personale ed alla creazione di rapporti interpersonali sinceri e reali, oltre che ad accrescere la propria maturità e la propria autonomia. 

C’è anche chi, avendo già vissuto l’Erasmus in presenza negli anni passati, pensa che l’esperienza online non sarebbe minimamente paragonabile a quella che rappresenta un vero e proprio viaggio e che un Erasmus non possa essere sostituito da una semplice didattica a distanza. 

Pubblicita’. Scendi per continuare a leggere

L’opportunità degli Erasmus online quindi, non sembra un’alternativa molto apprezzata dagli studenti universitari italiani, che preferiscono aspettare qualche anno per poter partire, studiare e vivere in contesti differenti. 

Sicuramente a livello psicologico è stato un brutto colpo per tutti gli studenti che pianificavano una partenza per svolgere un Erasmus e che ora come ora non posso più farlo, per ovvi motivi. 

L’unico desiderio che accomuna tutti gli studenti che avrebbero voluto partire quest’anno, è poter tornare a svolgere queste attività nella loro modalità iniziale, senza barriere geografiche. 

Pubblicita’. Scendi per continuare a leggere

Con l’unica speranza che si possa tornare presto a viaggiare e scoprire nuovi mondi e nuove realtà, buona fortuna. 

Scritto da

Secondo anno di Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni, una degli autori di Unypa.

In tendenza

Copyright © 2021 - Unypa.it
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo attraverso la nostra pagina contatti.